Please upgrade your browser to make full use of twiends.   chrome   firefox   ie   safari  
Create your own wall, sign in free!
Papa Francesco
Nonostante i nostri peccati, possiamo ripetere come Pietro: Signore, Tu conosci tutto, Tu sai che ti voglio bene.
Non possiamo confidare nelle nostre forze, ma solo in Gesù e nella sua misericordia.
La fedeltà di Dio è più forte delle nostre infedeltà e dei nostri tradimenti.
Gesù è il Buon Pastore. Ci cerca e ci sta vicino anche se siamo peccatori, soprattutto perché siamo peccatori.
Prego ogni giorno per quanti soffrono in Iraq. Pregate con me. pic.twitter.com/f7u8Oj3kqQ
La nostra testimonianza cristiana è autentica se è fedele e senza condizioni.
Un cristiano che non sente la Vergine Maria come madre è un orfano.
Il Signore sempre ci perdona e sempre ci accompagna. A noi spetta lasciarci perdonare e lasciarci accompagnare.
Cristo sulla croce ci insegna ad amare anche quelli che non ci amano.
Non si può misurare l’amore di Dio: esso è senza misura!
Un cristiano sa dare. La sua vita è piena di atti generosi – ma nascosti – verso il prossimo.
Chiediamo al Signore questa grazia: che il nostro cuore diventi libero e luminoso, per godere la gioia dei figli di Dio.
Grazie, amici coreani! Con l’aiuto di Dio, tornerò molto presto in Asia! #Philippines #SriLanka
Tanti innocenti sono stati cacciati dalle loro case in Iraq. Signore, ti preghiamo perché possano presto ritornarvi.
Abbiate fiducia nella potenza della croce di Cristo! Accogliete la sua grazia riconciliatrice e condividetela con gli altri!
Signore, davanti a tanta violenza in Iraq, perseveriamo nella preghiera e nella generosità.
La misericordia di Dio ci salva. Non stanchiamoci mai di diffondere nel mondo questo gioioso messaggio.
Preghiamo perché la Chiesa sia più santa e più umile, e sappia amare Dio servendo i poveri e le persone sole e malate.
Non dimentichiamo il grido dei cristiani e di ogni popolazione perseguitata in Iraq.
I martiri ci insegnano che le ricchezze, il prestigio e l’onore hanno poca importanza: Cristo è l’unico vero tesoro.
Il mio cuore sanguina quando penso ai bambini in Iraq. La Madonna, nostra Madre, li protegga.
Cari giovani, Cristo vi chiama ad essere accorti e vigili per riconoscere ciò che conta davvero nella vita.
Maria, Regina del Cielo, aiutaci a trasformare il mondo secondo il progetto di Dio.
Maria, Regina della Pace, aiutaci a sradicare l’odio e a vivere in armonia.
San Giovanni Paolo II, prega per noi e specialmente per i nostri giovani.
Dio benedica la Corea e in special modo i suoi anziani e i suoi giovani.
Ringrazio quanti stanno coraggiosamente aiutando le nostre sorelle e i nostri fratelli in Iraq.
Nel giorno della mia partenza, vi invito ad unirvi a me in preghiera per la Corea e l’Asia tutta.
Un appello a tutte le famiglie: al momento della preghiera, ricordatevi di quanti sono costretti ad abbandonare le loro case in Iraq.
Le notizie che giungono dall’Iraq ci addolorano. Signore, insegnaci a vivere in solidarietà con i fratelli che soffrono.
Le persone private della casa in Iraq dipendono da noi. Invito tutti a pregare e, quanti possono, ad offrire un aiuto concreto.
La violenza non si sconfigge con altra violenza. Dona la pace, Signore, ai nostri giorni! #PrayForPeace
Chiedo alla comunità internazionale di proteggere tutte le vittime di violenza in Iraq.
Chiedo a tutte le parrocchie e comunità cattoliche di dedicare una preghiera speciale in questo fine settimana ai cristiani iracheni.
Signore, ti preghiamo di sostenere coloro che in Iraq sono privati di tutto. #PrayForPeace
Vi prego di dedicare un momento oggi alla preghiera per tutti coloro che sono costretti a lasciare la loro casa in Iraq. #prayforpeace
Chiedo a tutti gli uomini di buona volontà di unirsi alle mie preghiere per i cristiani iracheni e per tutte le comunità perseguitate.
Il cristiano è uno che sa abbassarsi perché il Signore cresca, nel proprio cuore e nel cuore degli altri.
Se accumuli le ricchezze come un tesoro, esse ti rubano l’anima.
Quando non si adora Dio, si diventa adoratori di altro. Soldi e potere sono idoli che spesso prendono il posto di Dio.
Auguro ad ogni famiglia di riscoprire la preghiera domestica: questo aiuta anche a capirsi e perdonarsi.
Apprezziamo di più il lavoro dei collaboratori domestici e dei badanti: è un servizio prezioso.
Quando si vive attaccati al denaro, all’orgoglio o al potere, è impossibile essere felici.
Il grande rischio del mondo attuale è la tristezza individualista che scaturisce dal cuore avaro.
Dio ama chi dona con gioia. Impariamo a dare con generosità, distaccati dai beni materiali.
La Chiesa è per sua natura missionaria: esiste perché ogni uomo e donna possa incontrare Gesù.
Cari giovani, non cadete nella mediocrità; la vita cristiana è fatta per grandi ideali.
I Mondiali hanno fatto incontrare persone di diverse nazioni e religioni. Possa lo sport favorire sempre la cultura dell’incontro.
Non temete di gettarvi fra le braccia di Dio: qualunque cosa vi chieda, vi ridonerà il centuplo.
Con Dio nulla si perde, ma senza di Lui tutto è perduto.